Disidratazione cutanea: come avere una pelle idratata e sana

disidratazione cutanea

Se anche tu hai riscontrato alcuni sintomi della disidratazione cutanea e cerchi rimedi per la disidratazione della pelle, per ridarle un aspetto più giovanile e radioso, sappi che la disidratazione cutanea è il nemico numero uno dell’ invecchiamento della pelle e necessiti di rimedi efficaci per cercare di contrastare e limitare i rischi di incorrere in problemi di:

  • secchezza della pelle
  • desquamazione della pelle
  • prurito alla pelle

 

 

Attenzione!

 

Se combattere l’invecchiamento è il tuo obiettivo e la disidratazione cutanea è il tuo problema principale, non applicare altre creme anti-età prima di aver letto questo articolo!

disidratazione cutanea

 

 

Proprio così, puoi impiegare tutti i migliori prodotti anti-age per la cura della pelle esistenti al mondo, ma se la tua pelle non è sana e ben idratata non avrai mai risultati ottimali.

 

 

La tua pelle non sarà mai al massimo del suo aspetto!

 

Esiste una stretta correlazione con le cause della pelle disidratata e il problema della  all’invecchiamento precoce della pelle e per comprendere meglio gli effetti della disidratazione cutanea, eccoti una similitudine perché lo ritenga uno tra i fattori più importanti se non quello fondamentale per contrastare l’invecchiamento precoce della pelle.

 

E’ come cercare di ridipingere l’esterno di un edificio senza aver rimosso la vecchia vernice.

Potrai aggiungere tutta la vernice fresca che desideri ma senza una base adeguata, perdi l’opportunità di ottenere un aspetto ottimale della pelle.

 

La parola d’ordine è “idratazione” della pelle, poiché una pelle ben idratata è sinonimo di pelle sana.

Milioni di persone hanno problemi di disidratazione cutanea e qualsiasi agente o condizione che elimini l’acqua dalla superficie cutanea contribuisce a disidratarla, indipendentemente dal tipo di pelle.

Le insidie sono sempre dietro l’angolo, dallo stress dovuto ai cambiamenti di temperatura, ai viaggi, così come le abitudini alimentari non salutari, la mancanza di sonno, i medicinali e un’errata cura della pelle possono disidratare la pelle.

 

 

Questo vale anche per chi ha la pelle grassa non solo per chi ha la pelle secca.

 

 

Erroneamente si pensa che pelle secca e pelle disidratata siano la stessa cosa.

Per fare un po’ di chiarezza in proposito e per scoprire qual è la differenza e imparare come idratare la pelle e prenderti cura della tua idratazione, qualunque sia la tipologia di pelle, ho in riservo per te una soluzione semplice ed efficace.

Iniziamo a definire le differenze:

  • La pelle secca è una tipologia di pelle carente di lipidi o oli naturali, è dettata dal patrimonio genetico e può essere migliorata con cure e prodotti specifici ma mai modificata.
  • La pelle disidratata, invece, è un disturbo cutaneo provocato da cause eterne che portano ad una carenza di acqua negli strati cutanei più esterni.

 

Da questa precisazione, ne deriva che…

 

anche la pelle oleosa o mista può risentire dei fattori esterni e andare incontro al problema della disidratazione cutanea.

 

 

Se ti stai chiedendo in caso di pelle disidratata come si presenta,

e come puoi capire se la tua pelle è secca o disidratata,

quindi se ha bisogno di lipidi o di acqua…

 

 

In entrambi i casi la pelle tira, prude e dà una sensazione sgradevole, quindi

per capire la differenza eccoti una soluzione immediata!

 

Esegui questo un piccolo test che puoi facilmente effettuare autonomamente per scoprire se la tua pelle è secca o disidratata.

Partendo dalla mascella, spingi leggermente la superficie cutanea verso l’alto.

 

Se la pelle non è elastica e si increspa, non c’è dubbio:

la tua pelle è disidratata e necessita di un trattamento intensivo!

 

È fondamentale comprendere che un corretto stato d’idratazione è essenziale per il mantenimento della struttura e delle funzioni fisiologiche dell’epidermide.

 

Uno stato iniziale di secchezza, se tralasciato, diventa permanente predisponendo la pelle a danneggiarsi, screpolarsi e alla comparsa di rugosità e opacità.

 

La buona notizia è che quando la pelle disidratata riceve una scarica di idratazione, le cellule si rimpolpano istantaneamente, restituendo un aspetto giovanile e radioso.

 

Riportare l’idratazione a un livello ottimale significa adottare un approccio a più fasi.

Per prima cosa l’idratazione interna è fondamentale:

  1. fai in modo di bere tantissima acqua ogni giorno e seguire una dieta varia ricca di frutta e verdura.
  2. se l’aria di casa è secca a causa dell’aria condizionata o de riscaldamento centralizzato, ti consiglio di procurarti un umidificatore.

 

In secondo luogo concentrati sul nutrimento dall’esterno applicando sulla pelle agenti idratanti naturali per mantenere il rinnovo cellulare e intrappolare l’idratazione.

 

Per poter apparire morbida e levigata, la pelle ha bisogno di un livello adeguato di acqua negli strati più superficiali.

 

 

Di seguito ti confido una guida essenziale sul comportamento da adottare per risolvere il problema della disidratazione cutanea a seconda della tipologia di pelle.

 

disidratazione cutanea

 

Se hai la pelle secca, ricorri a ingredienti idratanti, quali umettanti, oli naturali, acidi grassi omega-6 e ceramidi.

 

La detersione, deve essere molto delicata, deve rispettare il film idroli­pidico, non deve disidratare la pelle e non essere troppo schiumogena.

 

La produzione di schiuma nell’immaginario collettivo viene spesso associata all’idea di buona pulizia, in realtà è un errore.

 

Se hai pelle grassa e oleosa, sicuramente anche tu sarai caduta nella tentazione di purificarla ed esfoliarla con prodotti molto forti che, nel tentativo di ridurre il sebo, aggrediscono la pelle e la disidratano, con un effetto controproducente: in questo caso la pelle, si difende producendo sebo in eccesso.

 

Rimanere idratati e avere un aspetto sano dopotutto è abbastanza semplice se applichi costantemente i due suggerimenti qui sopra, ma lascia che ne aggiunga un ultimo…

Il migliori consigli che riguardano il tuo tipo di pelle li trovi qui se hai meno di 35 anni, invece se rientri nella fascia di età dai 35, questa è la soluzione migliore per te.

Ricorda l’importanza di utilizzare un idratante creato per il tuo tipo di pelle specifico e bevi tantissima acqua per superare il problema della disidratazione cutanea.

About The Author

Silvia

Consulente del benessere specializzata in estetica olistica e onicotecnica. Da sempre alla ricerca del bello e di una bellezza eterea e naturale

Cosa hai trovato di più interessante in questo articolo? Sentiti libero di commentare tramite Facebook. Rispondo di persona in genere entro 24 ore!

1 Comment

Leave A Response

* Denotes Required Field